INFORMAZIONI GENERALI SUI MATERIALI TERMOPLASTICI

I materiali termoplatici a cui farà seguito la trattazione sono principalmente
Polietilene e Polipropilene, per i due illustreremo tutta la gamma dei prodotti.
Questa breve introduzione serve per dare un’idea di base all’utente ed una guida
nella selezione del materiale più adatto.

Caratteristiche generali del PE (Polietilene) (PE 80=s 63)

Il Polietilene, una volta inquadrato come PEAD e PEBD, oggi ha una nuova denominazione in base alle normative ISO e si definisce appunto PE 80, senza più alcuna differenza tra alta e bassa densità. Grazie alle buone caratteristiche di alta resistenza alla permeabilità contro il gas metano, il PE 80 si usa oggi, in tutto il mondo, con sempre
maggiore frequenza nelle reti di trasporto e distribuzione del gas metano. Inoltre il materiale è omologato per il trasporto di acqua potabile e di prodotti alimentari (circ. min. n. 102). Il PE 80, grazie alla sua pigmentazione nera, ha un’elevatissima resistenza contro i raggi UV per cui è adatto all’installazione fuori terra, cosa non possibile per altri materiali termoplastici. Anche in applicazioni specifiche come il trasporto di acqua radioattiva calda o nei sistemi di raffreddamento nelle centrali nucleari, il PE 80 ha dimostrato la sua eccellente resistenza contro i raggi radioattivi beta e gamma. Controlli del PE 80 effettuati dopo molti anni d’esercizio nel trasporto di liquidi radioattivi, non hanno evidenziato alcun indebolimento della struttura meccanica, a condizione che l’irraggiamento non superasse la dose di 104 Gray. Un’altra caratteristica vantaggiosa del PE 80 è la resistenza contro abrasione dovuta al suo basso modulo di elasticità. Nei confronti di materiali tradizionali come cemento, gres, acciaio ed anche PVC, il PE 80 si è dimostrato
il più adatto contro l’abrasione nel trasporto di liquidi con particelle solide fino ad una concentrazione del 70% in peso.

1-2-3-4


©2003 MKM s.r.l.